Luoghi da vedere in Nepal – Il Nepal attira visitatori che vengono per una serie di motivi. Alcuni sono attirati dal richiamo delle montagne e cercano di arrampicarsi o fare trekking in Himalaya, altri sono incuriositi dalla cultura e dalla famosa città di Kathmandu, e altri ancora sperano di trovare una sorta di risveglio spirituale. Il Nepal può essere un’avventura adrenalinica, un colpo d’occhio culturale o un’esperienza che cambia la vita, a seconda dell’itinerario e della mentalità del viaggiatore.
La maggior parte dei visitatori trascorrerà un po ‘di tempo a Kathmandu visitando attrazioni sacre e storiche, per poi dirigersi verso altre parti del paese. Alcuni dei luoghi più famosi al di fuori della capitale sono il Chitwan National Park per l’osservazione della fauna selvatica e la città sul lago di Pokhara, una zona popolare per iniziare trekking. I trekker troveranno una varietà di opzioni, con le aree più popolari nelle regioni dell’Everest, dell’Annapurna e del Langtang.
Nel 2015, un grave terremoto ha colpito il Nepal, causando gravi danni a Kathmandu e in altre aree del paese. I viaggiatori devono verificare le condizioni locali prima di visitare.

Luoghi da vedere in Nepal – Kathmandu

Places to see in Nepal
Luoghi da vedere in Nepal

Kathmandu, la capitale e la più grande città del Nepal, è come nessun’altra città al mondo. Gli edifici in decomposizione nel cuore della città sono in contrasto con la vivace atmosfera che permea le strade. L’odore di incenso si diffonde nei negozi mentre i venditori ambulanti spingono le loro merci e la gente va nella vita di tutti i giorni, il tutto sullo sfondo di templi storici e statue scolpite.
Per diverse centinaia di anni, Kathmandu fu una delle tre città reali rivali, insieme a Bhaktapur e Patan. Situati vicini l’uno all’altro, oggi questi tre quasi corrono insieme. Il momento clou di Kathmandu è stata a lungo la piazza di Durbar, la più grande delle piazze del palazzo nelle tre città reali e patrimonio mondiale dell’UNESCO. Templi e monumenti di varie forme, dimensioni, stili e fedi possono essere trovati qui.
Kathmandu’s Durbar Square was severely damaged in the 2015 earthquake, with many buildings destroyed beyond repair.

Luoghi da vedere in Nepal – Bhaktapur

Places to see in Nepal
Luoghi da vedere in Nepal

Bhaktapur, la terza delle “Città Reali”, si trova sulla vecchia rotta commerciale per il Tibet, appena fuori Kathmandu. Per Bhaktapur, la rotta commerciale era sia un collegamento arterioso che una fonte importante di ricchezza. La sua relativa lontananza all’epoca permise alla città di svilupparsi in modo indipendente e in modi che la distinguono dalle altre due città. Contrariamente a Patan e Kathmandu, la popolazione di Bhaktapur è principalmente indù. Il posto migliore da cui iniziare un tour della città è Durbar Square, dove oltre al palazzo reale si trovano anche diversi templi. L’intera area è patrimonio mondiale dell’UNESCO.
Molti degli edifici di Durbar Square a Bhaktapur sono stati danneggiati dal terremoto del 2015.

Luoghi da vedere in Nepal – The Bodhanath Stupa

Places to see in Nepal
Luoghi da vedere in Nepal

Lo Stupa di Bodhanath, appena fuori Kathmandu, è uno dei più grandi stupa del suo genere al mondo e risale al VI secolo, forse anche prima. Come Bhaktapur, si trova sulla vecchia rotta commerciale per il Tibet ed è un patrimonio mondiale dell’UNESCO. Lo stupa ha subito lievi danni durante il terremoto del 2015, ma per il resto è in buone condizioni.
Lo stupa stesso è un simbolo di illuminazione ma a Boudhanath il simbolismo è particolarmente chiaro. Ogni forma diversa rappresenta uno dei cinque elementi, terra, acqua, fuoco, aria e sfera, che sono anche gli attributi dei cinque Buddha. Riunite nella forma dello stupa, la loro unità riflette in modo astratto la struttura dell’universo stesso.

Luoghi da vedere in Nepal – Pokhara

Places to see in Nepal
Luoghi da vedere in Nepal

Pokhara, alla base delle colline pedemontane, si trova a 200 chilometri a ovest di Kathmandu e circondato da alcune delle montagne più alte del mondo: Dhaulagiri, Manaslu e Annapurna I. Per molti escursionisti, Pokhara è la porta verso l’Himalaya. È il punto di partenza per escursioni a Jomsom e nella regione dell’Annapurna. Ma i visitatori apprezzeranno Pokhara e lo splendido scenario anche se non hanno intenzione di partire per un’escursione.
Per popolazione, è la seconda città più grande del Nepal dopo Kathmandu ma non si sente ancora come una grande città. Le persone provenienti dalla valle di Kathmandu notano l’aria molto più pulita e il clima piacevole quasi immediatamente. Il lago Phewa, con il suo gruppo di hotel sul lago, ristoranti e negozi, è l’ideale per chi è in cerca di relax ed escursioni giornaliere.

Luoghi da vedere in Nepal – La regione dell’Annapurna

Places to see in Nepal
Luoghi da vedere in Nepal

La regione dell’Annapurna è una delle regioni di trekking più popolari in Nepal, con opzioni di trekking da pochi giorni a poche settimane. Esistono tre percorsi principali nella regione dell’Annapurna, che si intersecano e si combinano in luoghi, ma i trekker possono scegliere di fare una parte o una variazione sui percorsi. Il circuito di Annapurna intorno al Monte Annapurna impiega circa 21 giorni per essere completato ed è incredibilmente popolare tra le persone che hanno abbastanza tempo. Questo percorso viene talvolta chiamato “Apple Pie Circuit”, in riferimento al fatto che la maggior parte delle case da tè lungo il percorso servono la propria versione di torta di mele fritta. Il Santuario dell’Annapurna si annida tra le cime dell’Annapurna e impiega cinque giorni per raggiungere. Muktinath è sulla strada per Annapurna ma da allora è diventata una destinazione a sé stante. Il percorso Muktinath si snoda nella valle del Kali Gandaki sul fianco orientale dell’Annapurna e dura sette giorni. A nord di Muktinath si trova la Mustang, una piccola regione che è stata aperta ai turisti solo nel 1992. Questa zona è incontaminata e ha una sua cultura affascinante.
Per molti aspetti, la regione dell’Annapurna, a nord di Pokhara, è una zona ideale per passeggiare. I drammatici contrasti della campagna nepalese sono particolarmente visibili, dalla vegetazione subtropicale della valle di Pokhara all’area di ombra secca della pioggia, con caratteristiche dell’altopiano tibetano. Anche le persone e le culture sono molto diverse: caratteristiche facciali, case, stili di vita, costumi e religione. La regione dell’Annapurna è stata dichiarata area protetta nel 1986. La regione ha una buona infrastruttura per supportare i numerosi escursionisti che attraversano questa zona. I percorsi sono ben tenuti e il cibo e l’alloggio sono garantiti.

Parco nazionale di Chitwan

Places to see in Nepal
Luoghi da vedere in Nepal

Il Chitwan National Park è il luogo ideale per sperimentare un lato diverso del Nepal, oltre alle escursioni e agli intrighi di Kathmandu. Questo è il luogo per l’osservazione della fauna selvatica e un’atmosfera da safari. Ad un’altitudine di soli 100 metri in alcune aree, molto più bassa di Kathmandu a 1400 metri, questa zona ha un clima tropicale monsonico, di solito abbastanza diverso da quello che la maggior parte della gente si aspetta di trovare in Nepal. I visitatori vengono qui principalmente per vedere la fauna selvatica. I tour dalle logge portano i visitatori nel parco, a piedi o, più spesso, sugli elefanti per una vista ravvicinata degli animali. Il parco ospita rinoceronti, tigri del Bengala, leopardi, orsi bradipi, cervi gaur (bufali) e molte altre creature. Delfini d’acqua dolce (gangetici) e coccodrilli abitano i fiumi e i torrenti, ma sono raramente visti. Più di 500 specie di uccelli rendono Chitwan un paradiso per gli ornitologi.
Chitwan si trova a sud-ovest di Kathmandu vicino alla frontiera indiana ed è incluso nella lista UNESCO dei siti del patrimonio culturale mondiale. Il periodo migliore per visitare Chitwan è da ottobre a febbraio. Le temperature medie si aggirano intorno ai 25 ° C (77 ° F), con elevata umidità, sebbene le mattine possano essere piuttosto fresche. Da giugno a settembre è la stagione dei monsoni, con piogge frequenti e intense.

La regione del Langtang

Places to see in Nepal
Luoghi da vedere in Nepal

La regione di Langtang, che ospita il Langtang National Park, è una zona incredibile per le escursioni, con alcuni passaggi alti, ampie vedute, vecchi monasteri e splendidi paesaggi montani con foreste di rododendri che fioriscono durante la stagione delle escursioni primaverili. È meno sviluppato di alcune delle altre aree di trekking popolari in Nepal e generalmente meno frequentato sui sentieri, nonostante la sua vicinanza a Kathmandu. Ci sono villaggi con pensioni e cibo lungo tutto il percorso, anche se un po ‘più sparsi che in altre regioni di trekking.
Questa zona è facilmente raggiungibile da Kathmandu in jeep in sette-otto ore, il che la rende estremamente comoda, senza voli richiesti. In una giornata limpida, la cima del Langtang Lirung (7.245 metri), che domina l’area omonima circostante, è visibile da Kathmandu. Le lunghezze e la durata del trekking variano da pochi giorni a un paio di settimane a seconda del percorso. Alcuni escursionisti combinano Helambu e Langtang per un trekking più lungo.

Swayambhunath (Tempio delle scimmie)


Situato su una collina a ovest di Kathmandu, Swayambhunath è il secondo santuario più importante nella valle di Kathmandu dopo Boudhanath. A causa delle scimmie residenti che abitano parti del tempio, è più affettuosamente noto come il Tempio delle scimmie. Lo Stupa di Swayambhu, dipinto con gli occhi del dio onnipresente, costituisce il fulcro del complesso del tempio. In origine era un sito di culto preistorico, ma il complesso del tempio risale al V secolo. Swayambhu svolge un ruolo importante nella vita dei buddisti Vajrayana del Nepal settentrionale e del Tibet, ma soprattutto dei buddisti newari della valle di Kathmandu.
Il terremoto del 2015 ha causato alcuni danni al complesso del tempio di Swayambhunath.

La cima del Monte Everest,


La cima del Monte Everest, la montagna più alta della terra, raggiunge i 8.848 metri (29.028 piedi) di altezza. Il trekking nell’area dell’Everest divenne popolare dopo l’ormai leggendaria prima salita della vetta nel 1953 da Edmund Hillary dalla Nuova Zelanda e Sherpa Tensing Norgay. Da quel momento, molti altri hanno scalato la montagna, ma molto di più percorrono la strada per il campo base dell’Everest semplicemente per uno scorcio della vetta molto al di sopra. Negli ultimi anni la montagna ha visto la sua giusta dose di tragedia e drammaticità. Il terremoto del 2015 e le precedenti valanghe, insieme alle controversie tra alpinisti sulla montagna, hanno lasciato il segno sul trekking e l’arrampicata sull’Everest.
La regione dell’Everest non è generalmente considerata la regione più panoramica del paese per il trekking, ma il fascino dell’Everest attira molti alpinisti. Esistono vari percorsi per accedere al campo base e diverse opzioni per organizzare un viaggio. Molte compagnie di trekking offrono un’escursione guidata, sia con aziende nepalesi che con aziende occidentali. È anche possibile assumere una guida privata o un facchino e farlo da soli, tuttavia tutti gli escursionisti sono tecnicamente tenuti ad avere una guida. Le principali stagioni escursionistiche sono in primavera e in autunno, da marzo a maggio e da settembre a dicembre.
Per coloro che non vogliono fare trekking sull’Everest ma vogliono comunque vedere la montagna, è possibile vederla nelle giornate limpide dalla città collinare di Nagarkot vicino a Kathmandu. Il personale dell’hotel busserà alle porte degli ospiti in mattinate chiare se l’Everest è visibile. Questa potrebbe essere la migliore possibilità per il viaggiatore pigro di vedere la vetta più alta del mondo.

Lumbini


Lumbini è famosa per essere la città natale di Siddhartha Gautama, lo storico Buddha, noto come Buddha Shakyamuni. Situato fuori dalla principale pista turistica, a circa 250 chilometri da Kathmandu, Lumbini è una deviazione utile sulla rotta da Pokhara al Parco nazionale di Chitwan. In questa città di pellegrinaggio, patrimonio mondiale dell’UNESCO, c’è una sensazione di tranquillità. La maggior parte dei visitatori sono pellegrini buddisti di tutto il mondo, che ripercorrono le orme del Buddha attraverso le stazioni della sua vita. Si ritiene che il tempio Maya Devi, dedicato alla madre del Buddha, sia il luogo in cui Buddha nacque. Contiene un antico rilievo in pietra del II secolo d.C. raffigurante la nascita del Buddha.

La regione di Helambu


La regione di Helambu è una famosa area per il trekking, in particolare con le compagnie di trekking che offrono escursioni guidate. Ciò è in gran parte perché è vicino a Kathmandu, non raggiunge altitudini sorprendentemente alte e offre alcuni splendidi scenari montani. Per molte di queste stesse ragioni, è spesso pubblicizzato dai gruppi di turisti come facile. Tuttavia, molti escursionisti che vengono qui in tournée ritengono che sia più impegnativo di quanto ritengano di essere stati indotti a credere e più difficile di quanto si aspettino. Il trekking in Himalaya è sempre impegnativo, e sebbene non sia così alto come altri trekking, è ancora un’escursione fisicamente impegnativa e gli escursionisti dovrebbero essere in buone condizioni fisiche. Con questo in mente, questo è un bellissimo trekking e ne vale la pena.
La regione di Helambu è abitata dagli Sherpa e situata nella parte superiore della valle di Malechmi Khola. L’Helambu Trek può essere avviato a Kathmandu e completato in 5-8 giorni. Il tipico itinerario di sette giorni è circolare, con la sezione del primo giorno che si ripete alla fine della passeggiata. L’improvviso contrasto tra le regioni inferiori e superiori e le loro culture caratteristiche è sorprendente. È possibile trovare alloggio in lodge e pensioni nei villaggi.