Tour di Gujarat

Program Preview

Ahmedabad-Champaner-kevadia-vadodara-Lothal-Bhavnagrar-Palitana-Diu-Somanth-Sasan Gir-Junagarh-Gondal-Rajkot-Bhuj-Dhordo-Dasada-Modhera-Patan-Ahmedabad

Giorno 1, Arrivo a Ahmedabad (l’albergo prenotato dal giorno precedente) – Tour di Gujarat

Arrivo all’aeroporto internazionale di Ahmedabad.
Completate le procedure di immigrazione e ritirati i bagagli il nostro operatore vi attenderà fuori il Terminal per il trasferimento in hotel.
Arrivo in hotel e check-in. Standard Check in ore 14:00 / Check out ore 12:00.
Oggi si visita Il tempio giainista, Sarkhej Roza, Mercato locale.
Il tempio giainista La costruzione del tempio fu iniziata originariamente progettata da Shet Hathisinh Kesarisinh, un ricco commerciante di Ahmedabad morto a 49 anni. La costruzione fu supervisionata e completata da sua moglie Shethani Harkunvar. Il costo totale era di circa 8.00.000 quindi una somma maggiore. Il tempio è dedicato a Lord Dharmanatha, il quindicesimo Jain Tirthankar.
Sarkhej Roza comprende uno dei complessi architettonici più eleganti e unici di Ahmedabad. Nella sua architettura, Sarkhej Roza è un esempio della prima cultura architettonica islamica della regione, che fonde le influenze stilistiche islamiche della Persia con le caratteristiche indù e giainiste per formare uno stile architettonico composito “indo-saraceno”. Lo stile architettonico di Sarkhej Roza è un precursore del periodo Mughal in una vera fusione di stili indù, giainisti e islamici. L’arte indù e il know-how costruttivo erano sovrapposti al senso islamico di geometria e scala. Il complesso Roza a Sarkhej fu costruito all’avvento dell’era del sultanato.
Mercato locale. Essendo la più grande città del Gujarat, Ahmedabad è abbastanza famosa per i suoi mercati locali. I popoli di Ahmedabad amano spendere il loro tempo e denaro per lo shopping a causa di una varietà di articoli disponibili nel mercato.
Pernottamento in Hotel ad Ahmedabad

Giorno 2, Ad Ahmedabad – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione la giornata comincia alle 8:30 AM
Visita la città visitando l’ashram di Gandhi, la moschea Jama, 
l’ashram di Gandhi, L’Ashram Sabarmati (noto anche come Gandhi Ashram, Harijan Ashram o Satyagraha Ashram) si trova nel sobborgo Sabarmati di Ahmedabad, Gujarat, adiacente all’Ashram Road, sulle rive del fiume Sabarmati, a 6,5 ​​km dal municipio. Questa era una delle molte residenze del Mahatma Gandhi che visse a Sabarmati (Gujarat) e Sevagram (Wardha, Maharashtra) quando non stava viaggiando attraverso l’India e non era in prigione. [1] Rimase a Sabarmati e Wardha per un totale di dodici anni insieme a sua moglie Kasturba Gandhi e ai suoi seguaci, tra cui Vinoba Bhave. La Bhagavad Gita veniva recitata qui ogni giorno, come parte del programma dell’Ashram.
La moschea Jama Jama Masjid (letteralmente Moschea del Venerdì), nota anche come Moschea Jumah, è una moschea di Ahmedabad, costruita nel 1424 durante il regno di Ahmed Shah I. Situata nella vecchia città fortificata, la moschea si trova fuori dalla zona di Bhadra Fort, lungo il sud lato della strada che si estende da Teen Darwaza a Manek Chowk.
Adlaj Stepwell Situato nel tranquillo villaggio di Adalaj, questo è servito da molti di anni come luogo di riposo per molti pellegrini e roulotte lungo le loro rotte commerciali. Costruito nel 1499 dalla regina Rudabai, moglie del capo Vaghela, Veersinh, questo edificio a cinque piani non era solo uno spazio culturale e utilitario, ma anche un rifugio spirituale. Si ritiene che gli abitanti del villaggio verrebbero ogni giorno al mattino per riempire l’immagine, offrire preghiere alle divinità scolpite nelle pareti e interagire tra loro nella fresca ombra del vav. C’è un’apertura nei soffitti sopra il pianerottolo che permette alla luce e all’aria di entrare nel pozzo ottagonale. Tuttavia, la luce solare diretta non tocca la rampa di scala o atterraggi, tranne per un breve periodo a mezzogiorno.
Il Calico Museum di tessili,(La visita viene prenotata a vostra richesta) sotto l’egida della Fondazione Sarabhai, è il principale museo tessile dell’India. La sua collezione di tessuti indiani è considerata da molti come la migliore e la più completa al mondo. I tessuti, insieme alla straordinaria collezione di bronzi dell’India meridionale della Fondazione Sarabhai, Vaishnava picchavais, arte Jain e dipinti in miniatura, sono ospitati in The Retreat, che si trova nella zona Shahibaug di Ahmedabad. La Fondazione organizza quotidianamente un tour museale delle collezioni e offre una vasta gamma di pubblicazioni tessili e di altro tipo.
Pernottamento ad Ahmedabad – Tour di Gujarat

Giorno 3, Ahmedabad -Champaner- Chota Udaipur (190 KM 4 ore)

Dopo la prima colzionae, partenza per Champaner
Il parco archeologico Champaner-Pavagadh, patrimonio mondiale dell’UNESCO, si trova nel distretto di Panchmahal nel Gujarat, in India. Si trova intorno alla storica città di Champaner, una città costruita da Sultan Mahmud Begada del Gujarat. Il sito del patrimonio è costellato di fortezze con bastioni che partono dalle colline di Pavagadh e si estendono nella città di Champaner. Il paesaggio del parco comprende monumenti archeologici, storici e di beni culturali viventi come siti calcolitici, una fortezza collinare di una antica capitale indù e resti della capitale del XVI secolo dello stato del Gujarat. Ci sono palazzi, cancelli e archi d’ingresso, moschee, tombe e templi, complessi residenziali, strutture agricole e installazioni idriche come pozzi e vasche, risalenti dall’VIII al XIV secolo. Il tempio Kalika Mata, situato in cima alla collina di Pavagadh, alta 800 metri (2.600 piedi), è un importante santuario indù nella regione, che attira un gran numero di pellegrini durante tutto l’anno.
Si parte per la visita di Chotta Udaipur
Chhota Udaipur- Chhota Udaipur condivide la vicinanza con diversi villaggi di Rathwas, Bhils, Bhilalas e altre tribù. I tribali possono essere visti in abiti colorati e gioielli tradizionali spessi. Un viaggio al villaggio e ai villaggi tribali dà un’idea dello stile di vita tradizionale, dell’architettura e dei mestieri di ogni comunità indigena.
Pernottamento a Chhota Udaipur

Giorno 4,Chotta Udaipur-Kevadia-Vadodara (100 KM 2 ore) – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione, Partenza per visitare la statua più alta nel mondo
Arrivo e visita della statua dell’unità
La Statua dell’Unità è una statua colossale dello statista indiano e attivista per l’indipendenza Sardar Vallabhbhai Patel (1875-1950) che fu il primo ministro interno dell’India indipendente e il principale aderente del Mahatma Gandhi durante il movimento non violento dell’Indipendenza indiana. Situato nel quartiere Narmada di Gujarat, la statua più alta del mondo (circa 600 piedi), si trova a soli 3,5 km dalla città di Kevadia e circa 90 km da Vadodara.
Per il turismo del Gujarat, che ha già il Grande Rann di Kutch e il circuito di Gandhi come grandi attrazioni, la Statua dell’Unità sta per essere aggiunta alla lista. Per ottenere la migliore vista dei pittoreschi dintorni della Statua dell’Unità, dovrai andare sul ponte di osservazione ad un’altezza di circa 400 piedi vicino al petto della statua di Sardar Patel usando ascensori ad alta velocità. Ciò offre una vista panoramica sull’intero fiume Narmada, sulle colline circostanti e sulla diga.
Oltre alla statua stessa, ci sono molte altre attrazioni turistiche intorno tra cui la valle dei fiori, la bellezza naturale delle catene montuose Satpura e Vindhyachal oltre alla diga Sardar Sarobar sul possente fiume Narmada.
Pernottamento in albergo a Vadodara

Giorno 5, Vadodara-Lothal-Bhavnagar (225 Km 4 ore e 45 min) – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione la giornata comincia alle 8:00 AM
Sayaji Bag, È un giardino situato a Vadodara, Gujarat, India. Conosciuto anche come “Kamati Baug”, fu costruito dal Maharaja Sayaji Rao Gaekwad di Baroda. Il più grande giardino dell’India occidentale con un’area che circonda più di 100 acri. Il più grande orologio floreale del mondo e dell’India.
Palazzo di Nazarbaug – Il palazzo Nazarbaug o il palazzo Nazar Bāgh era il palazzo reale di Gaekwad nella città di Vadodara, nello stato del Gujarat, nell’India occidentale. Il palazzo Nazar Bāgh ‘fu costruito nel 1721. Aveva tre piani ed è il palazzo più antico di Baroda. Fu costruito da Malhār Rāo Gaekwad alla fine del XIX secolo. Questo palazzo fu usato in occasioni cerimoniali dai Gaekwad. Fino a poco tempo fa, ospitava i cimeli della famiglia reale. Aveva pistole in oro massiccio e argento, ciascuna con un peso di oltre 100 kg. I motivi contengono anche lo Shïsh Mahal, un palazzo di vetro.
Kirti Stambh e / o Museo Baroda. Kirti Stambh è uno dei punti di riferimento più famosi della città, situato vicino a Polo Ground. È fatto di pietra rosa di Songadh e si erge di fronte a Nehru Bhavan. Il punto di riferimento fu costruito per celebrare i 60 anni di regno di Sayajirao Gaekwad III nel 1935. Arroccato in cima al punto di riferimento è un leone che è rivolto verso est. Tuttavia, molti cittadini conoscono le ragioni dietro la costruzione di Kirti Stambh, non molti sono consapevoli della filosofia alla base della struttura.
Partenza per Bhavnagar visitando il sito archaelogico di Lothal
Lothal – era una delle città più meridionali dell’antica Indus Valley Civilization, situata nella regione Bhāl del moderno stato di Gujarāt e prima abitata c. 3700 a.C. Scoperto nel 1954, Lothal fu scavato dal 13 febbraio 1955 al 19 maggio 1960 dall’Archaeological Survey of India (ASI), l’agenzia ufficiale del governo indiano per la conservazione degli antichi monumenti. Secondo l’ASI, Lothal aveva il primo molo conosciuto al mondo, che collegava la città a un antico corso del fiume Sabarmati sulla rotta commerciale tra le città di Harappan a Sindh e la penisola di Saurashtra quando il deserto Kutch di oggi faceva parte di il Mar Arabico. Tuttavia, questa interpretazione è stata contestata da altri archeologi, che sostengono che Lothal fosse una città relativamente piccola e che il “bacino” fosse in realtà un serbatoio di irrigazione. La controversia fu finalmente risolta quando gli scienziati del National Institute of Oceonography, Goa scoprirono foraminifera (microfossili marini) e sale, cristalli di gesso nella struttura rettangolare indicando chiaramente che l’acqua di mare una volta riempiva la struttura.
Arrivo a Bhavnagar e traferimento in albergo

Giorno 6, Bhavnagar – Palitana (1 Ora e 20 Minuti, 54 KM) – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione
Partenza per Palitana, la porta d’accesso alla collina di Shatrunjaya e uno dei luoghi di pellegrinaggio Jain più santi. Ci sono circa 863 templi sulla cima della collina che sono stati costruiti nell’arco di 900 anni e sono elegantemente scolpiti nel marmo. Dopo aver raggiunto la cima, visiterai il tempio Jain, che è dedicato a Shri Adishwara; il primo Jain Tirhankara (apostolo). Questo tempio è uno dei templi più magnifici e sacri nella collina di Shtrunjaya. Inoltre, visiteremo il Chaumukha o il tempio a quattro facce. Questo tempio ha un’immagine di Adinath rivolta verso la direzione cardinale anteriore.
Pernottamento in albergo a Palitana

Giorno 7, Palitana-Diu (4 Ore 169 KM) – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione alle 8:00 AM.
Partenza per Diu, Arrivo a Diu e trasferimento in albergo
Giornata libera per esplorare Diu e le sue famose spiagge come la spiaggia di Nagoa.
Diu è una città costiera all’estremità orientale dell’isola di Diu, in India. Un ponte collega l’isola allo stato del Gujarat. Affacciato sul Mar Arabico, il Diu Fort, una cittadella portoghese del XVI secolo, presenta un faro e cannoni
Pernottamento in albergo a Diu.

Giorno 8, Diu-Somnath-Sasan-Gir (150 Km 3 Ore 15 Minuti) – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione in albergo.
Partenza per Somnath – Si ritiene che il tempio Somnath situato a Prabhas Patan vicino a Veraval nel Saurashtra sulla costa occidentale del Gujarat, sia il primo tra i dodici santuari jyotirlinga di Shiva. È un importante luogo di pellegrinaggio e turistico del Gujarat. Distrutto e ricostruito più volte in passato, l’attuale tempio fu ricostruito in stile Chaulukya dell’architettura del tempio indù e completato nel maggio 1951.
Partenza verso Sasangir. All’arrivo a SasanGir trasferimento al campo. Divertirsi in un safari nel Parco Nazionale di Gir
Gir Forest National Park è un santuario della fauna selvatica nel Gujarat, India occidentale. È stato istituito per proteggere i leoni asiatici, che frequentano il Devalia Safari Park recintato, insieme a leopardi e antilopi. Gir Jungle Trail, fuori dall’area recintata, attraversa la foresta decidua ed è la patria di animali selvatici tra cui avvoltoi e pitoni. La diga di Kamleshwar ha coccodrilli e uccelli palustri, come scrematrici e pellicani indiani.
Pernottamento in albergo a Sasan

Giorno 9, Sasan – Junagarh – Gondal – Rajkot (3 ore 45 Minuti) – Tour di Gujarat

Dopo la  prima colazione si comincia la giornata
Partenza per Junagarh,
Arrivo e si visita
Il forte Uparkot costruito nel 319 a.C. dall’impero Mauryan Chandragupta, Uparkot è un antico forte nel cuore di Junagadh. Oltre 2300 anni, con pareti alte fino a 20 m in alcuni punti, Uparkot è ciò che ha permesso a Junagadh di resistere ad un assedio di 12 anni in un punto. Nel forte, si possono vedere reliquie e rovine di una diversa fase della storia, tra cui l’influenza indù, musulmana e islamica che passa attraverso. Tra gli stati principeschi, Junagadh era il regno più potente della regione del Saurashtra ed era sopravvissuto alle aspre campagne di Muhammad Tuglaq e Ahmad Shah.
Il Mausoleo di Mahabat. Mahabat Maqbara Palace, anche Mausoleo di Bahaduddinbhai Hasainbhai, è un mausoleo di Junagadh, in India, che un tempo ospitava i sovrani musulmani Nawabs di Junagadh. Fu costruito da Nawab Mahabat Khan II di Junagadh (1851-1882).
Partenza per Gondal, arrivo e si visita,
Il palazzo Navlakha Il palazzo più antico e più bello di Gondal è il palazzo Navlakha. Costruito nel 17 ° secolo, questo palazzo è una meraviglia architettonica con sculture in pietra e splendidi balconi. Il luogo ha anche una meravigliosa collezione di oggetti d’antiquariato, regali e cimeli dei tempi principeschi. L’elemento espositivo più singolare sono le bilance su cui è stato misurato rispetto all’oro e all’argento nei suoi anniversari.
Garage reale Per gli amanti delle auto, il Royal Garage è assolutamente da vedere con la sua vasta collezione di auto d’epoca e classiche tra cui una Daimler degli anni ’30, una Mercedes del 1935, una decappottabile a due porte Packard del 1935, la Cadillac del 1941 e del 1947, la Limousine Cadillac del 1955, auto sportive degli anni ’50 e ’60 come la Mercedes 300 SL, la Jaguar XK 150 e la Chevrolet Camaro, numerose imponenti auto americane degli anni ’40 e ’50, una flotta di veicoli a quattro ruote motrici della seconda guerra mondiale e del dopoguerra e alcuni sport contemporanei macchine.
Partenza per Rajkot, Arrivo e trasferimetno in albergo.
Pernottamento in albergo a Rajkot

Giorno 10, Rajkot – Bhuj (250 KM 5 ore) – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione Partenza per Bhuj
Arrivo a Bhuj e si visita
Aina Mahal Il palazzo Aina Mahal, o “Sala degli specchi”, fu costruito durante il governo sgargiante di Lakhpatji a metà del XVIII secolo. Il maestro artigiano Ramsinh Malam, che si è formato come artigiano per 17 anni in Europa, non si è sentito apprezzato dai governanti minori della zona, quindi è andato alla corte reale di Bhuj e ha fatto appello al re per lavoro, che ha commissionato questo palazzo. Malam lo progettò in uno stile indo-europeo misto e iniziò a creare i materiali per il palazzo a livello locale.
Prag Mahal è una delle meraviglie architettoniche dell’India. Costruito nel XIX secolo, è situato vicino alla famosa Aina Mahal e si trova nel cuore della città, rendendolo facilmente accessibile. Il grande palazzo vanta finestre in stile gotico e pilastri corinzi attorno. La fondazione di questo monumento storico può essere fatta risalire al tempo dopo che gli inglesi visitarono l’India e diffondono la loro influenza su tutto il Bhuj. Imponente e bellissimo di per sé, il palazzo splendente è fatto principalmente di arenaria rossa. Ci sono intricate incisioni fatte sulle pareti con belle opere d’arte, e la cosa più sorprendente è il lavoro jaali sui jharokha, quelli sono di aspetto squisito.
Il museo Kutch fu inizialmente costituito come parte della School of Arts fondata da Khengarji III, il Maharao dello Stato Cutch. È stata fondata il 1 ° luglio 1877. Il museo era precedentemente noto come Museo Fergusson.
Al tempo del matrimonio del Maharao Khengarji III, il 19 febbraio 1884, furono ricevuti molti nuovi oggetti e per la cui esposizione era necessario un nuovo edificio. Come tale, il 14 novembre 1884, la prima pietra per l’attuale edificio museale fu posata dal governatore di Bombay, Sir James Fergusson, e gli fu dato il nome di Fergusson Museum da Maharao di Cutch.
Ramkund Stepwell è un pozzo di forma quadrata con una distanza di 56 piedi sul lato che trasporta le sculture di personaggi come Lord Rama, Devi Sita, Lakshman e Lord Hanuman del nostro grande vecchio epico Ramayana. Ha anche 10 incarnazioni del nostro signore Vishnu sparse attraverso i muri.
Sharad Baug era la residenza dei reali fino a Madansingh, l’ultimo re di Kutch morto nell’anno 1991. Dopo essere stato trasformato in un museo ora, non ospita solo splendidi manufatti, ma i terreni dell’edificio sontuoso hanno un’attraente collezione di piante fiorite e medicinali a causa della quale alcuni visitatori alati migratori si fermano sul posto ogni anno. Il palazzo è aperto al pubblico sei giorni alla settimana, ad eccezione del venerdì
Royal Cenotaphs Le strutture a cupola a forma di ombrello sono popolarmente conosciute come Chhatris in India, costruite in memoria dei reali. Questi si trovano comunemente in Rajasthan e in alcune parti del Madhya Pradesh e del Gujarat che sono collegati al lignaggio del Rajput. I Chhatris a Bhuj furono costruiti nel XVIII secolo dal sovrano di Jadeja Rao Lakhpatji. A lui è dedicato quello con una cupola blu con opere ingioiellate fortemente influenzate dall’architettura turca. Le strutture sono state gravemente danneggiate dal terremoto di Bhuj nel 2001 e sono attualmente in fase di ristrutturazione, anche se ad un ritmo lento. Passeggiando tra materiale da costruzione, massi e pietre abbiamo trovato pietre che raffiguravano la regalità e immagini di divinità e dee. Alcuni di essi sono stati squisitamente scolpiti e inizi a chiederti se vengono onorati come dovrebbero essere.
Pernottamento in albergo a Bhuj

Giorno 11, Bhuj – Banni Villages – Dhordo, Greater Rann of Kutch Rann Utsav Festival – Tour di Gujarat

Dopo la colazione la giornata comincia alle 8:30 AM
Villaggio di Banni L’ultimo villaggio al confine è un deserto dalle dimensioni infinite, e al suo centro, pittoreschi paesini sospesi nel tempo. Qui incontrerai i maestri artigiani che espongono la loro arte tradizionale, trasformando i nostri capolavori ogni giorno. I loro ornamenti, vestiti, utensili, tutto ciò che usano – ti faranno sentire come se fossi entrato nel museo dello stile di vita lasciandoti incantato.
Villaggio di Dhordo L’ultimo villaggio ai margini di una dimensione infinita deserta, e al centro, pittoreschi paesini sospesi nel tempo. Qui incontrollati e magistrali artigiani che spugnano il pappagallo art tradizionale, trasformando e nostri capolavori ogni giorno. I parrot ornamenti, vestiti, utensili, tutto ciò che è disposto – ti faranno sentire come fossi entrati nel museo dello stile di vita lasciandoti incantato.
Partenza per Rann di Kutch
Rann Utsav è un fantastico festival di Kutch, Gujarat, India. È un carnevale di musica, danza, bellezza della natura di White Rann e molto di più che quando si visita sotto la luna piena. Kutch Rann Utsav è il paesaggio luccicante che regala gli incantevoli momenti di questo Fest, che durante il Festival si sente come il Paradiso sulla Terra. In effetti, è una destinazione per le vacanze in famiglia per esplorare momenti divertenti e archiviarli nelle telecamere per tutta la vita. Annunciate le date ufficiali di Rann utsav, dal 28 ottobre 2019 al 23 febbraio 2020. Qui ci sono un sacco di cose da fare durante il soggiorno del festival, tra cui la partecipazione al Golf Cart, ATV Ride, Camel Cart Excursion, Paramotoring, Meditaiton, Yoga e Godendo della cultura gujarati
Pernottamento in camp a Rann di Kutch

Giorno 12, Dhordo – Ajrakhpur – Bhujodi – Little Rann of Kutch (300 Kms / 7 hrs Approx) – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione si visita
Ajrakhpur village Ajrakhpur è conosciuta in tutto il mondo per l’arte di Ajrakh, la stampa a blocchi utilizza colori derivati ​​dalla natura, come indaco, henné, curcuma, melograno, ferro e fango. In alcuni casi, i tessuti vengono lavati fino a 20 volte.
Bhujodi village Una piccola città a soli 8 km a sud est di Bhuj, Bhujodi è un importante centro tessile di Kutch, con la stragrande maggioranza dei 1200 abitanti coinvolti nella produzione artigianale tessile. Qui puoi incontrare tessitori, artisti del tie-dye e stampatori di blocchi, molti dei quali appartengono alla comunità Vankar.
Partenza per Little Rann di Kutch, Arrivo e trasferimento in albergo

Giorno 13, Little Rann of Kutch – Modhera – Patan – Tour di Gujarat

Dopo la prima colazione si fa il Safari del piccolo Rann
Il piccolo Rann ospita anche vari mammiferi unici oltre al culo selvaggio come il lupo indiano, la volpe del deserto e il nilgai. Sebbene sia un paesaggio desolato, è ricco di biodiversità. È un’area ecologicamente importante per la fauna selvatica. Molti uccelli acquatici locali e migratori come gru, anatre, pellicani, fenicotteri e uccelli terrestri come sandgrouse, francolini e le otarie indiane.
Conoscere i costumi, la cultura e le tradizioni della comunità. Desert Safari in Forest scortato dagli esperti. Ottieni la possibilità di esplorare Wild Ass (l’unico habitat in Asia), la volpe del deserto, gli uccelli interessanti, ecc. È altrettanto emozionante vedere il sole tramontare a Rann. Passeggiata notturna, osservazione delle stelle e falò. Unisciti con amici e familiari. Eco-friendly Forest Safari scortato dalla gente del posto. Questo sarà un safari a piedi assistito dalla gente del posto. Condivideranno le loro conoscenze sulla foresta. Visita alle saline. Conosci i lavoratori delle saline – Agariyas. Interagisci con loro e scopri perché fanno parte di questa professione. Ascolta le sfide che affrontano, le loro faccende quotidiane, ecc. Partecipa all’attività frenante del sudore dell’aratura del sale. Volontariato presso la Village School per educare i bambini di Agariyas. Impara i ricami locali realizzati in modo creativo cucendo a mano vetri e api sul panno da una donna locale.
Si parte per Patan. Lungo il tragitto, ci fermeremo a Modher, famosa principalmente per l’antico tempio del sole,
Modhera è un antico villaggio nello stato del Gujarat, famoso per ospitare i resti del Tempio del Sole costruito dalla dinastia Chalukya è un vero tesoro storico. Il villaggio è circondato da un’aura mistica che il Tempio del Sole porta con sé, è anche un centro per la spiritualità e la cultura. Modhera ti offre uno sguardo ai giorni di gloria del lignaggio reale dei Chalukyas ed è uno dei migliori testamenti delle eccellenze architettoniche del passato. Se la storia attira, questo posto è perfetto per te, con il villaggio che si trova nel profondo di reliquie, strutture e leggende storiche.
Pernottamento a Patan in albergo

Giorno 14, Patan – Siddhpur-Ahmedabad (146 Km 3 ore)

Dopo la colazione si visita
Rani Ka Vav o il pozzo a scale della regina è una forma distintiva di sistema di stoccaggio dell’acqua situata nella piccola città di Gujarat chiamata Patan, sulle rive del fiume Saraswati. Ritenuto il più grande passo nello stato del Gujarat, Rani ka Vav fu costruito tra il 1063 e il 1068 d.C. nella dinastia Chalukya come memoriale di Bhimdev Solanki dalla sua vedova regina Udaymati. Recentemente elencato come patrimonio mondiale dall’UNESCO il 22 giugno 2014, questo passaggio incarna bene il picco dello stile architettonico Maru-Gujarat.
Ai vecchi tempi, l’acqua del pozzo aveva proprietà medicinali che aiutavano a scongiurare malattie come le malattie virali e la febbre. Il pozzo fu scavato negli anni ’60 in uno stato ben protetto poiché fu sepolto sotto fessura per i santuari. Oltre ad essere un sistema di stoccaggio dell’acqua, è anche noto per le sue sculture intricate scolpite su pilastri che ammontano a circa ottocento principalmente in base al tema di Lord Vishnu. Inoltre, Rani Ka Vav era un centro importante per socializzare tra i locali e per rifugiarsi dal caldo. È un eccellente esempio di come trasformare qualcosa di funzionale in un’opera d’arte.
La Visita di Siddhpur La città è una destinazione venerata, fiancheggiata da templi, kunds, ashram e altre strutture sacre. Intorno al X secolo, sotto i sovrani di Solanki, questa città era all’apice della gloria e della gloria. Ha preso il nome dal grande sovrano del Gujarat, Siddhraj Jaisinh della dinastia Solanki.
Raja Siddhraj costruì un magnifico tempio dedicato a Shiva chiamato “Rudra Mahalaya” nel XII secolo d.C. Il tempio era una meraviglia architettonica con uno “shikhara” a tre piani, 1600 colonne, 12 porte d’ingresso, “mandapa” centrale e portici ad est, nord e sud e santuario ad ovest. Intorno al tempio c’erano 11 santuari di Rudra. La porta orientale era adornata con “Toran” splendidamente scolpito, con una rampa di scale che conduceva al fiume Saraswati. L’ornamento del tempio fu esuberante, come dimostrano le elaborate e dettagliate sculture dei pilastri e il bellissimo Toran, che sono gli unici resti del tempio oggi.
Partenza per Ahmedabad,
Arrivo e trasferimetno in albergo ad Ahmedabad

Giorno 15, Ahmedabad-Italia

Trasferimento all’aeroporto di Ahmedabad secondo l’orario del volo
Ciao India Tours vi augura Buon Viaggio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *